Tamponi rapidi negli studi dei medici di famiglia, la proposta fa discutere

“Negli studi dei medici di medicina generale  non c’è la possibilità di mantenere separati il percorso sporco – casi sospetti Covid 19-,  con  il percorso pulito – altri pazienti, essendo appartamenti in privati condomini. Si corre il rischio concreto di causare assembramenti e diffusione del virus – così Pina OnotriSegretario Generale del Sindacato Medici Italiani critica la scelta di far effettuare i tamponi per il Covid 19 negli studi dei medici di famigliaCONTINUA A LEGGERE SU CALABRIADIRETTANEWS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *