OSPITI DI FAMA INTERNAZIONALE AL TAU PER “BUONANOTTE DI NATALE COSENZA – CONCERTO GOSPEL PER IL MADAGASCAR”

Cresce l’attesa per “Buonanotte di Natale Cosenza – Concerto gospel per il Madagascar”, l’evento promosso dall’associazione Blowing on Soul Aps, in collaborazione con La Terra di Piero e l’Università della Calabria, che si terrà venerdì 30 dicembre alle ore 21:00 al Tau dell’Unical. Un concerto imperdibile non solo per l’elevato pregio artistico della serata ma soprattutto per il suo nobile intento: il ricavato sarà interamente devoluto a “La Terra di Piero” per la realizzazione di un parco giochi ad Antsirabe nel Madagascar, entro il 2024, intitolato a “Mario Gualtieri”. L’evento è stato inserito nel cartellone delle attività Natalizie del CSV di Cosenza, da sempre a sostegno dell’associazionismo cosentino.

L’iniziativa, con la direzione artistica di Elisa Brown, impegnata da tempo nell’organizzazione di uno degli eventi più attesi in città a fine anno, porterà a Cosenza oltre 40 coristi gospel provenienti da tutta Italia, una band di nove elementi e, direttamente da York (Pennsylvania, Usa), lo straordinario performer, direttore corale e produttore musicale Knagui. Non mancheranno gli artisti più amati del panorama teatrale e musicale calabrese: la cantante e attrice Alessandra Chiarello (Inmediart), Zabatta Staila & Solfami, Rosa Martirano, il coro di Santa Faustina, gli artisti de La Terra di Piero, gli Amoled Voices, il Soul Sighs Gospel Choir e alcuni rappresentanti dell’associazione Attori in corso. Una serata che abbraccerà il pubblico in un viaggio musicale travolgente che avrà come punto di partenza la città di Cosenza e attraverserà l’Africa fino ad arrivare negli States con l’esibizione gospel del coro guidato da Knagui.

Numerose le realtà cosentine che hanno sposato la causa. Tra i partner che hanno aderito all’iniziativa emergono: Interazioni creative e Cose belle festival, il Rotary Club Cosenza Sette Colli e il Rotary Club di Catanzaro.

L’evento “Buonanotte di Natale Cosenza – Concerto gospel per il Madagascar” è strettamente legato al workshop di musica gospel che si terrà il 29 dicembre, patrocinato dal conservatorio Tchaikovsky e dal dipartimento Jazz, in occasione del quale i coristi potranno prepararsi al grande evento e acquisire crediti formativi.

Il direttore artistico del concerto gospel, Elisa Brown, ha precisato che «In genere, nel periodo natalizio, con Blowing on Soul Aps organizziamo un workshop che comporta costi importanti per la nostra associazione. Quest’anno, grazie anche al sostegno del Fus riusciremo ad organizzare il workshop e un concerto di beneficenza. L’intero ricavato sarà destinato all’iniziativa promossa dalla Terra di Piero. L’idea di realizzare questo evento è nata questa estate con l’intento di fare qualcosa di concreto per il territorio. Ho parlato con Sergio Crocco e lui mi ha presentato il progetto del parco nel Madagascar. Non vediamo l’ora di festeggiare questa avventura con La Terra di Piero e dedicare il parco a Mario Gualtieri con tutta la nostra cosentinità. Aggiungo che questa è la settima edizione del nostro gospel meeting. L’ospite di quest’anno è il produttore musicale Knagui. Speriamo che i nostri talenti possano essere apprezzati. Chissà, potrebbero anche arrivare a lavorare oltreoceano».

Il presidente de La Terra di Piero, Sergio Crocco, ha dichiarato che «Siamo molto entusiasti di questa collaborazione. Parliamo di artisti di primissimo livello. Da sempre, Elisa è la nostra blues woman. In una provincia disastrata del Madagascar, andremo a costruire un parco giochi dedicato a Mario Gualtieri, accessibile ai bambini disabili. È molto importante perché lì i bambini con disabilità restano chiusi in casa per vergogna. Quindi, il nostro obiettivo è riuscire a stanarli e farli uscire a giocare insieme agli altri bimbi. Un obiettivo che abbiamo già realizzato in Tanzania e nel Senegal. Tutto questo sarà possibile anche attraverso il concerto del 30 dicembre. Pertanto, il mio invito rivolto alla comunità è quello di acquistare il biglietto, ad un prezzo irrisorio, e partecipare a questa iniziativa».

Denise Ubbriaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.