Autostazione di Cosenza: il grido di allarme dei commercianti

«Gli anni passano ma la storia si ripete sempre uguale! Episodi di violenza: tentativi di strupro, aggressioni, violenze varie. Scippi, rapine, raggiri a scopo di lucro perpetrati ai danni dei più deboli.

Spaccio e consumo di stupefacenti. Degrado, abbandono, prostituzione! Questo denunciamo da più di 20 anni! E adesso è arrivato il momento di dire basta!» Questo lo sfogo dei membri dell’associazione brutia commercianti… CONTINUA A LEGGERE LA NOTIZIA SU CALABRIADIRETTANEWS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.